Accesso Aziende Registra la tua azienda gratis

Giardino: per farlo germogliare

Inviata da Stefano. 18 giu 2016 7 Risposte

Ho seminato ma per farlo germogliare quante volte devo annaffiare? Più volte al giorno, solo la sera, solo la mattina, se è umido no. Per favore mi risponda

giardino

Miglior risposta

Salve Signor Stefano, per far germogliare un giardino seminato, innanzi tutto si deve vedere: 1 il tipo di seme scelto ( non tutti sono uguali ), 2 il periodo idoneo della semina e il clima che è presente in quel determinato periodo ( più fa caldo più va innaffiato ). Altra cosa fondamentale che si deve aver fatto è prima della semina aver steso uno strato di terriccio ( personalmente io uno la sabbia vulcanica che per i semi è molto più idonea inquanto ricca di nutrimenti per i semi stessi, seconda cosa da fare è pressare bene questo strato in modo tale da rendere bello solido il basamento per la semina, sucessivamente quando si procede alla semina i semi non vanno sparpagliati a random ma va cercato di farne uno strato omogeneo senza lasciare troppi buchi, e infine ricoprire il tutto con un altro strato di terriccio e compattarlo. infine arieggiarlo con un rullo dentato ma senza pressare troppo. ( se vuole essere più sicuro di una riuscita della semina io applico 2 strati di sementa in questo modo ( terriccio - seme - terriccio - seme- terriccio non facendo gli strati di terriccio troppo spessi ).
Riguardante l'annaffiatura sicuramente per i mesi più caldi 2 o 3 volte al giorno finchè il seme non germoglia e crea il tappeto, nei mesi più miti basta una volta al giorno preferibilmente la sera mentre nei periodi invernali ( nelle zone di mare o centro sud ) una volta al giorno intorno la tarda mattinata.
la quantita d'acqua che si deve dare è questa: finchè non spunta il prato quindi finchè i semi non germogliano si deve sono inumidire bene senza affogare il giardino ovvero creare bozzi solo una leggera inumidita, poi quando si ha un bel praticello a seconda delle temperature zone ecc si può annaffiare maggiormente ma comunque senza affogare il prato che potrebbe causarne il marcimento dei germogli.
Spero di esserle stato di aiuto.
Cordiali Saluti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno sig. Stefano,
riguardo all'irrigazione idonea, l'importante è tenere il terreno sempre umido ed evitare che si formi la crosta secca nella parte superficiale del suolo (10 cm). Quindi generalmente 2 volte al giorno, mattino verso le 3 e un'altra volta verso le 18.30 di sera. Però, molto importante, si deve ricordare di aver rullato il terreno dopo la semina altrimenti il seme non potrà avere la giusta compattezza con la terra per stare a contatto con l'umidità. Magari coprire il terreno con un piccolo strato di terriccio la parte Seminata e rullare di nuovo la parte interessata...disponibili per chiarimenti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo Green Creations Green Creations

11 Risposte

33 voti positivi

Gentilissimo Stefano
Per stimolare la germogliarzione del seme, Le consiglio di dare al prato una rinfrescata mattutina intorno alle 10 e poi un'innaffiata consistente alla sera dopo le 19.

Saluti

Maurizio
Spazio Verde riccione

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo Spazio Verde SAS Spazio Verde SAS

10 Risposte

5 voti positivi

Gentile signor Stefano,
premesso che per ogni tipologia di seme è prevista una determinata epoca di semina, in funzione del ciclo biologico della pianta, la nota che segue ha carattere di tipo generale e può ritenersi valida per tutte le tipologie di semi.
Il seme è un organo quiescente che contiene la pianta alla stato di embrione. Quando un seme maturo e non più dormiente viene a trovarsi in adatte condizioni ambientali, e cioè quando acqua, ossigeno e temperatura non sono più fattori limitanti, abbandona lo stato quiescente e riprende lo stato di vita attiva, cioè germina. Quando si avvia il processo di germinazione, il seme è di norma in uno stato fortemente disidratato (contenuto di acqua 5-15%) ed in tali condizioni ha una notevole capacità di assumere acqua per imbibizione. Questo potere dei semi è importantissimo nel processo di germinazione in quanto consente al seme di introdurre l'acqua necessaria per l'avvio del processo di germinazione. È di fondamentale importanza quindi assicurare il giusto livello di umidità al terreno. Dopo un po' di tempo che va da poche ore ad alcuni giorni, in funzione del tipo di semi e delle condizioni ambientali, avverrà la germinazione. Quindi, se l'epoca di semina della specie da lei coltivata è stata effettuata in modo corretto, mantenga il terreno con un giusto livello di umidità irrigando a giorni alterni e vedrà che i semi germineranno.
Cordiali saluti
Ca.DiMa - Studio Tecnico - Dott. Agr. Corrado Castello

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo Dottore Agronomo Corrado Castello Dottore Agronomo Corrado Castello

1 Risposta

Il concetto è tenere l'umidità giusta nel terreno affinché il seme germini. Ne troppo bagnato e ne troppo secco. Se molto esposto al sole bisogna bagnare più volte al giorno ma poco, se all'ombra e semi ombra basta una buona bagnata al giorno preferibilmente vicino al sorgere del sole. Quando il prato nasce si terrà ombra da solo e quindi bisognerà valutare con che frequenza continuare a bagnare badando che la troppa umidità creerà le condizioni per lo sviluppo di agenti fungini deleteri al prato ed la poca umidità farà seccare il filo d'erba che ancora non ha la radice profonda nel terreno per difendersi dall'irraggiamento solare. Tutto questo in funzione delle temperature esterne... ma per questo deve provvedere Lei ad un controllo logico, attento e visivo. Buon lavoro!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo Vivai Piante Donzelli Vivai Piante Donzelli

46 Risposte

110 voti positivi

Buongiorno,
le condizioni più favorevoli per il germogliamento di un tappeto erboso, sono temperature fresche e terreno sempre umido. infatti i mesi migliori x la semina sono i primaverili e gli autunnali.
In realtà se annaffiato regolarmente, nei mesi estivi si svilupperà ancora più velocemente. Se presente un impianto irriguo, meglio suddividere la bagnatura in più irrigazioni giornaliere in modo da tenere sempre umido il suolo senza rischiare ristagni o dilavamenti della semente.
Infine, indicativamente in questo periodo, con una buona semente, l'erba dovrebbe spuntare in pochi giorni e già in un paio di settimane il prato dovrebbe apparire già formato (ovviamente non fitto come un tappeto erboso ormai "adulto").

Cordiali Saluti

Alippi dr. Emilio

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo El Giardinée El Giardinée

3 Risposte

2 voti positivi

Buongiorno. L'ideale sarebbe ogni giorno bagnare la mattina presto. Se ci fosse un impianto di irrigazione lo si farebbe partire alle 4 di mattina circa, in modo da evitare forti sbalzi termici. Ovviamente se non ha piovuto precedentemente.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

21 GIU 2016

Logo Alex Conzatti Giardiniere Alex Conzatti Giardiniere

2 Risposte

1 voto positivo

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Liquidambar secco

9 Risposte, Ultima risposta il 01 Ottobre 2016

Dovrei trapiantare un ulivo di 12 anni in terra

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Ottobre 2016

Quando posso spostare le rose da una zona all'altra?

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Ottobre 2015

Glicine

1 Risposta, Ultima risposta il 01 Aprile 2019

Ulivo di 12 anni in vaso

3 Risposte, Ultima risposta il 06 Ottobre 2015