Accesso Aziende Registra la tua azienda gratis

Giardino nuovo che secca. Qual è la causa?

Inviata da Paolo. 5 ago 2014 18 Risposte

Buongiorno, ho da poco rifatto un giardino di circa 100 mq utilizzando zolle in rotoli. Ora, dopo 5 giorni dalla messa in dimora, iniziano a seccare molti punti, come delle chiazze. L’impianto di irrigazione copre bene tutta la superficie, e lavora tutte le sere per circa 15 minuti. (L’irrigare così frequentemente mi è stato consigliato dal venditore, per circa 15 giorni, e poi passare a 3 irrigazioni alla settimana). Può trattarsi di qualche malattia? Se si, quali prodotti bisogna usare?
Grazie.

giardino , chiazze , giorni , irrigazione

Miglior risposta

La cause potrebbero diverse, bisognerebbe effetture un sopralluogo e un analisi del terreno in modo da individuare il probblema

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Potrebbe trattarsi di un fungo dovrei poter verdere il prato per poterle consigliare cosa fare.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 SET 2014

Logo Verde Giardino Verde Giardino

117 Risposte

691 voti positivi

Può anche essere la qualità dell'acqua o la quantità bisognerebbe sia vedere che poi provare le diverse possibilità per risolvere il problema....

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

22 AGO 2014

Logo Diamante Servizi Diamante Servizi

16 Risposte

37 voti positivi

La causa più probabile è la scarsità di acqua irrigua.
Potrebbe trattarsi però anche di un problema dovuto ad una cattiva preparazione del terreno prima della posa delle zolle.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

18 AGO 2014

Logo Paolo Zoni Giardini Paolo Zoni Giardini

1 Risposta

1 voto positivo

Il sottoscritto consiglia di intervenire con del fosfito di portassio,che ha due funzioni fondamentali dal punto di vista nutrizionalee fungicida del manto erboso.
Il fosforo irrobustisce l'apparato radicale,e il tipo di fosforo stesso da fosfito funge da "fungicida"stimolando la pianta stessa a produrre le fitoalessine che sono le sostanze di difesa naturali della pianta stessa.
Prtao qunidi piu forte,piu' robusto nei confronti della crittogame.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 AGO 2014

Anonimo

Salve,
dovrebbe far vedere il prato da un occhio esperto; potrebbero esserci diversi piccoli errori:
terreno non perfettamente livellato, impianto (se statico) con punti critici sull'avanzamento a quadrato, scarsa pluviometria dovuta a prodotti d'irrigazione non buoni.
Queste possono essere alcune cause ma se ne possono elencare tantissime, dalle malattie (poco probabili) alla cacca o pipì di gatto.
Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2014

Logo Giardinando Giardinando

91 Risposte

304 voti positivi

Salve, se è festuca è un fungo, usi il " folicur se" vedrà che risolve, grazie.

Massimo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2014

Anonimo

Buongiorno,
le cause della formazione di chiazze nel suo prato possono essere molteplici, più o meno complesse come le è già stato suggerito.
Un attacco fungino in un prato sano di 5 giorni mi sembra poco probabile, ma non si può escludere. Ha rilevanza, nella stesura di un prato pronto, anche la morfologia e la composizione del terreno.
Le consiglio di rivolgersi direttamente al vivaista di sua fiducia che, valutando con occhio esperto la situazione, le saprà dare un giudizio mirato.
Auguri!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Logo Alberto Gori Alberto Gori

47 Risposte

203 voti positivi

Buonasera. Sta bagnando troppo poco! Per i primi 15 giorni tre volte al giorno alle ore 6/12/18 a seconda del tipo di irrigatori, del terreno e dell'esposizione il tempo può essere dai 5 agli 8 minuti per gli statici e dai 15 ai 20 minuti per i dinamici.
Dopo si passa ad una volta al giorno alle 6 del mattino, dai 7 ai 10 minuti per gli statici,dai 20 ai 30 minuti per i dinamici per settore.
Alessandro Carlino da Geoplastic, Genova, rivenditore Irritrol, Toro e Rain Bird

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2014

Anonimo

Buonasera,
la prima cosa da fare in situazioni simile è chiamare immediatamente il posatore, che dovrebbe dare garanzia e un assistenza per le prime settimane o almeno fino al secondo o terzo sfalcio.

Se la posa del tappeto in zolla è stata eseguita da voi dovreste comunque contattare il venditore il quale deve garantire che il tappeto era stato trattato con adeguati fungicidi prima della vendita.

Ecco alcuni punti da considerare: se le parti secche si estendono lungo le linee di giunzione delle zolle o in prossimità dei bordi a contatto con cordoli, mattoni o pietra significa che stanno asciugando le "fughe" a causa di una posa non ottimale o del surriscaldamento dei bordi.

Se le macchie sono circolari e si estendono fino a congiungersi potrebbe trattarsi di Sclerotinia o Dollar spot, un fungo che si sviluppa in situazioni di clima umido e con temperature che vanno da 21 a 26 C° oppure di Rhizoctonia (23-32 C°). i sintomi sono diversi a secondo del tipo di tappeto posato.
Se si tratta di Sclerotinia potrà osservare delle "ragnatele" di prima mattina ( magari imperlate di rugiada.)

Se si tratta di un attacco fungino deve immediatamente nutrire in tappeto con prodotti ad elevati titolo di fosforo (a meno che l'attacco sia già importante e allora intervenire con fungicidi specifici, meglio se naturali).

Quello che sicuramente dovrebbe rivedere è l'irrigazione. Ci sono ancora moltissimi giardinieri che consigliano erroneamente i loro clienti di irrigare alla sera dimostrando un'assoluta imperizia nel proprio "mestiere";
Per quanto riguarda le dosi, ogni prodotto riporta in etichetta dosi e modalità di somministrazione. Quindi quanto detto in precedenza vale anche per coloro che consigliano dosi di miscele senza parlare di principi attivi.

Rimango a disposizione per maggiori dettagli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Logo Parchi e Giardini Parchi e Giardini

26 Risposte

101 voti positivi

Buongiorno, misceli in 10 lt di acqua 30 gr di Previcur e 50 gr di Folicur per debellare eventuali malattie fungine. Ripeta l'operazione dopo 10 gg. Questa soluzione va irrorata sul manto erboso (in modo scrupoloso per coprire bene la superficie) alla mattina o alla sera quando il sole è basso e attraverso una pompa a spalla. Dal momento che il suo prato potrebbe essere malato ed è in fase di attecchimento, irrighi alla mattina alle 5 e faccia i trattamenti alla sera.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Logo Verdarido di Aurelio Borgacci Verdarido di Aurelio Borgacci

7 Risposte

8 voti positivi

Probabilmente non essendo il terreno perfettamente in piano sotto il tappeto si sono create delle bolle di aria.
Provare a rullarlo di nuovo e aumentare l'irrigazione sera e mattino, oppure il tappeto messo a dimora non era fresco era gia un po secco in precedenza.
Comunque il giardiniere che ha fatto il lavoro dovrebbe dare una garanzia sul lavoro eseguito e richiedere la stesura di un nuovo tappeto dove manca.
saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Logo Impresa Monterosa Impresa Monterosa

2 Risposte

1 voto positivo

Buongiorno Paolo,
i problemi possono essere molteplici, da un fungo ad un ristagno, etc. sarebbe ottimale vedere alcune foto per poterLe dare un parere tecnico.

Cordiali saluti
Vivai Pegliasco

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Anonimo

Buongiorno, allora una volta messo il prato bisogna irrigare 2 volte al giorno ( la mattina ed il pomeriggio) tipo ore 8 la mattina ore 13/14 il pomeriggio. Mai irrigare la sera ( alto rischio di contrarre malattie funginee. Poterle dire quale è il motivo che secchi per me rimane difficoltoso, perché andrebbe visto il prato. Se ha l' occasione di andare sul sito reteimprese o guida giardini mi mandi delle foto tramite la mia e-mail.
Grazie

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2014

Logo Azienda Agricola Il Filo D'erba Azienda Agricola Il Filo D'erba

8 Risposte

5 voti positivi

Salve, se le "macchie" di secco sono circoscritte potrebbe trattarsi di un attacco fungineo o di pipi di gatto. Se le zone secche sono a forma irregolare ma comunque delineate, aumentano e si allargano nei giorni è un attacco fungineo. A seconda del tipo di malattia esistono prodotti, oppure provi intanto con un fungicida a largo spettro.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Logo Gerosa Giardini Gerosa Giardini

24 Risposte

157 voti positivi

Possono essere diversi i fattori,le dico che la mia azienda ne ha appena realizzato uno e irrighiamo per 12 min in 3 passaggi giornalieri ed è spettacolare

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Logo Fratelli Passalacqua.Giardini D'Autore Fratelli Passalacqua.Giardini D'Autore

188 Risposte

142 voti positivi

È sicuramente una malattia fungine molto diffusa in questo periodo x via dellalta umidità dovuta alle forti piogge ...trattare il tappeto erboso con un fungicida specifico per il prato ogni 15 giorni ..di solito 40 ml in 10 l di acqua con una pompa a spruzzo poi vedere se è il cado di continuare

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Anonimo

Nella maggior parte dei casi è un problema d'irrigazione, dopo 5 gg è raro che su tratti di malattie fungine. Solitamente i trattamenti che fanno i produttori di prato pronto hanno una durata di almeno 20gg.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

7 AGO 2014

Logo DBA Garden Design di Nicola Di Bussolo DBA Garden Design di Nicola Di Bussolo

8 Risposte

20 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Zanzare: non ne posso più!

4 Risposte, Ultima risposta il 22 Settembre 2015