precauzioni per evitare infestanti su prato pronto

Inviata da Lorenzo. 24 mag 2019 0 Risposte

sto rigenerando il pratino.
Ho diserbato per ben due volte.
Poi ho estratto a mano, a zappetta, su 100mq, tutto quanto ho potuto: ogni germoglietto di "quadrello" e-o qualunque cosa verde mi si presentasse di fronte: in pratica ho tolto uno strato di almeno 15cm di terra.
Nel sottostrato del terreno tuttavia risiedono radici e radichette di tutte le piante basse che circondano l'area destinata a prato, e in particolare ho visto che le radici di un glicine si sono incuneate ed espanse in modo notevole: sicuramente perchè, essendo costantemente irrigato, nella direzione del prato trovavano più acqua.
La teoria vorrebbe ora che io riaggiungessi altra terra a recuperare lo strato tolto, per poi appoggiare il prato pronto.
Siccome dopo tutta la zappettatura, però, ho visto risorgere ciuffetti di quadrello un po' ovunque (ed ho riscontrato una prevalenza proprio in prossimità di dove poi, più in profondità, scopro le radici del glicine) mi preoccupo che, una volta steso il tappeto pronto (per niente economico), dopo pochi mesi possano rifiorirvi infestanti di vario tipo e in particolare i suddetti quadrelli (ciuffetti d'erba che vengono su e si aprono "a doccetta") mi chiedo e chiedo se esiste un sistema o cosa potrei fare per scongiurare questo rischio.
Insomma:
- devo rassegnarmi al "corso della natura" e mettere in conto di rivedere in tempi brevi gli infestanti anche sul nuovo prato?
- mi conviene posare un telo e poi sovrapporre lo strato di terra che faccia da base ai rotoli di prato pronto? (se sì, quale spessore di terreno dovrei avere sopra ai teli?)
- devo estirpare tute le radici per tutta l'area destinata a prato, anche in profondità, anche rischiando di fare secca qualche pianta intorno?
Grazie di indirizzarmi,
Lorenzo

piante , acqua , pianta

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Voglio installare prato pronto a rotolo, ma il terreno è infestato

4 Risposte, Ultima risposta il 17 Maggio 2016