HELP!!! Come togliere questa macchia??

Inviata da Mirko. 18 gen 2015 11 Risposte

Buongiorno, stamattina al risveglio ho trovato una parte del prato macchiata di arancione. La parte superiore del fogliame si presenta a puntini arancioni e toccandola rilascia un colore arancio sulla mano... di cosa si tratta? Come posso risolvere? sento dire che è ruggine...ma anche in inverno???

HELP!!! Come togliere questa macchia??

prato , inverno

Miglior risposta

Buongiorno Mirko,
il suo prato è sicuramente colpito da ruggine. Con il termine di ruggine si usa identificare un gruppo di patogeni fungini appartenenti ai generi Puccinia spp. e Uromyces spp. in grado di provocare infezioni fogliari su tutte le comuni specie graminacee da tappeto erboso.
Le infezioni si manifestano dapprima con piccole macchie giallastre su foglie e culmi; queste evolvono poi in pustole rossastre contenenti le spore del fungo, le uredospore, in grado di diffondere la malattia. Oltre al danno estetico il prato subisce un forte stress fisiologico poiché la presenza delle pustole provoca una riduzione della funzionalità fogliare e un aumento dell’evapotraspirazione. In caso di attacchi gravi si può giungere alla morte delle piante colpite. Le infezioni sono favorite da temperature comprese fra 16° e 33°C, con l’optimum fra 20° e 30°C, e da bagnatura fogliare prolungata e/o elevata umidità ambientale. Nei nostri areali, i sintomi compaiono generalmente tra aprile e maggio e possono susseguirsi fino al mese di ottobre. Sono certa che l'infezione fosse presente già da alcuni mesi; tenga presente che queste pustole, essendo delle piccole sacche ripiene di spore, una volta formatesi, rimangono presenti e visibili sulla pianta, indipendentemente dal fatto che le condizioni ambientali consentano lo sviluppo del fungo.
La manifestazione della malattia non è costante nel corso degli anni ed è strettamente legata alle condizioni ambientali e alla suscettibilità del manto erboso. E’ dimostrato che il fungo si sviluppa preferenzialmente su prati indeboliti e stressati.
Sono assolutamente certa che non si tratta di afidi o di altri problemi legati alla presenza di insetti, quindi i trattamenti insetticidi sono del tutto inefficaci. Il controllo della malattia è prevalentemente di tipo agronomico. Per ulteriori informazioni non esiti a contattarci, saremo lieti di darle tutti i consigli utili a risolvere il problema.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Quasi sicuramente si tratta di un fungo, patplogia conosciuta con il nome di ruggine.
Per maggiori chiarimenti può conattarci direttamente.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2015

Logo Verde Giardino Verde Giardino

117 Risposte

487 voti positivi

si è ruggine anche se inverno, ma peggio adesso perché un po fa caldo un po fa freddo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2015

Anonimo

Buongiorno, leggo adesso della sua richiesta. Che si tratti di ruggine è ormai ampiamente descritto dai colleghi che mi hanno preceduto. Aggiungo soltanto che i fattori predisponenti all'aggressione del crittogamo sono molteplici (carenze o sbilanciamenti nutrizionali, eccesso di umidità e non ultimo la resistenza varietale delle essenze da lei utilizzate...). La soluzione con ricorso a trattamenti anticrittogamici è abbastanza semplice (ed efficace) ma il problema può ripresentarsi se non si eliminano gli stessi fattori predisponenti e se, in condizioni particolarmente favorevoli allo sviluppo della malattia, le cultivar utilizzate sono scarsamente resistenti. E' quindi possibile intervenire in post emergenza facendo ricorso ai trattamenti fitosanitari, ma grande attenzione va riposta nelle corrette pratiche agronomiche da adottare, indispensabili per prevenire e che risultano efficaci anche per curare, con tempi di risposta ovviamente più lunghi, quando non si desidera fare ricorso al prodotto chimico. In ultimo le consiglio di prestare grande attenzione alle operazioni di sfalcio che possono veicolare molto rapidamente le spore del fungo, diffondendo la malattia anche in zone ad oggi risparmiate. Resto a sua disposizione. Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Logo La Franca Prato & Paesaggio La Franca Prato & Paesaggio

8 Risposte

18 voti positivi

Questo Prato mi sembra di conoscerlo bene, questo fenomeno è ruggine dovuta a forte umidità e poca traspirazione, proprio perché il terreno non è drenante, questa malattia si presenta nei mesi da dicembre a marzo e se non curata può subire un forte stress fino ad arrivare alla morte.. Per la sua cura occorre effettuare dei trattamenti fungicidi ogni 20 giorni e una buona concimazione ricca di fosforo, potassio e microelementi; sfalciare il Prato puntualmente e quando necessita il taglio; un intervento di arieggiamento e carotatura ad aprile, sarebbe un toccasana. Saluti Daniele.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Logo In Giardino giardinaggio - FreeZanz System In Giardino giardinaggio - FreeZanz System

5 Risposte

8 voti positivi

ll problema è favorito o generato da condizioni climatiche miti, umide e poco arieggiate.
Si può trattare, preventivamente e come cura, con Fungicida.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Logo Mario Giardinaggio Mario Giardinaggio

9 Risposte

Quoto in toto la risposta dello Studio Arbora. Come primo rimedio intervenga con una concimazione di tipo azotato alla ripresa vegetativa, perché la maggior parte delle malattie del prato si possono contenere con un buon piano di concimazione. Spesso infatti le infezioni sopraggiungono per mal nutrizione. E' importantissimo prevenire queste malattie con un buon piano di concimazione predisposto da un tecnico competente. Se ritiene opportuno avere ulteriori chiarimenti non esiti a contattarmi.
Simone T.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Logo Habitat Natura Habitat Natura

40 Risposte

19 voti positivi

Salve. Sicuramente è ruggine! Ho avuto lo stesso problema l'anno scorso sul prato di un mio cliente, nello stesso periodo dell'anno. Se viene trascurato può espandersi nel giro di poche settimane! Lo tratti con propiconazolo (Protil EC - Compo) alla dose di 10-20 ml x 10lt di acqua su ca 20 mq e ripeta il trattamento ogni 20-30 gg.
Saluti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2015

Logo Samuele Mastelloni Samuele Mastelloni

1 Risposta

La parte interessata è circoscritta e ben delineata ? Sono molteplici le zone colpite ?

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2015

Logo Gerosa Giardini Gerosa Giardini

24 Risposte

81 voti positivi

Ciao Mirko, il tuo problema probabile si chiama afidi (pidocchi delle piante)puoi utilizzare un insetticida per afidi.però prmia prova pulire la parte interessata.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2015

Logo Fiorello & Co. Fiorello & Co.

4 Risposte

1 voto positivo

Scusa Mirko, che vegetazione hai attorno al PRATO? Dalla foto non sembra ruggine.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 GEN 2015

Logo G.D. S.R.L. G.D. S.R.L.

3 Risposte