Accesso Aziende Registra la tua azienda gratis

come si potano gli ulivi?

Inviata da giuseppe. 19 dic 2013 12 Risposte

Salve,

avrei bisogno di sapere come e quando si potano gli ulivi. Qualcuno potrebbe darmi delle indicazioni?

Grazie mille

Miglior risposta

Buongiorno,
Il periodo migliore per la potatura degli ulivi è agli inizi del mese di marzo nelle zone temperate oppure ad aprile nelle zone fredde.
La potatura degli ulivi consiste essenzialmente nello svuotare internamente il tronco e le ramate dai rami cresciuti irregolarmente al centro dell'albero poi si interviene decidendo una altezza che sia simmetrica per tutti i rami principali e si continua ad alleggerire la chioma dando più spazio possibile tra un ramo ed un altro.
Ciò non toglie che la potatura di questo tipo di pianta è da destinare a persone con una certa esperienza che si acquisisce con viversi anni di pratica.(mi permetto un consiglio.Magari le faccia potare da una persona esperta e magari Lei può collaborare insieme a quest'ultima.
Saluti e auguri

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Salve,
viste le condizioni climatiche del periodo, in alcuni areali è già possibile effettuare le prime potature della stagione.
Buon olio.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

14 FEB 2014

Logo Giardinando Giardinando

91 Risposte

360 voti positivi

Salve,
per quanto riguarda il come è un argomento troppo ampio per rispondere in due parole, per quanto riguarda il quando sarebbe meglio aspettare la fine dell'inverno!!
Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 GEN 2014

Logo Giardinando Giardinando

91 Risposte

360 voti positivi

Eseguiamo la potatura i primi di aprile alleggerendo la pianta da rami secchi e non produttivi in modo da favorire la circolazione della luce

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2014

Logo Verde Giardino Verde Giardino

117 Risposte

863 voti positivi

La potatura dell'olivo si effettua dopo la raccolta eliminando la vegetazione assurgente avendo cura di svuotare la chioma nella parte centrale in modo da favorire la circolazione dell'aria e della luce.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Vivai Benfratelli Soc.coop.arl Vivai Benfratelli Soc.coop.arl

6 Risposte

55 voti positivi

Buongiorno,
servirebbe qualche indicazione in più sulle piante da potare, sono ulivi da produzione? In generale è bene seguire le norme principali di potatura di produzione che sono:
- eliminare i rami secchi, danneggiati e non produttivi
- eliminare succhioni e polloni
- favorire la presenza di luce e aria
- mantenere il portamento in base alla forma di allevamento
- non sbilanciare la pianta potando troppo da un lato
- valutare l'entità della potatura, più o meno importante ed effettuare tagli obliqui ma non troppo per evitare superfici di ristagno.
In linea di massima la potatura si può eseguire da marzo a maggio in base alla zona climatica.
Cordiali saluti
Asti Garden

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Asti Garden Asti Garden

8 Risposte

7 voti positivi

Gli Ulivi si potano di norma ed alla nostra latitudine sul finire dell'inverno,a marzo/aprile in modo che se il gelo invernale ha danneggiato qualche cima, questa si possa eliminare con la potatura. Il come dipende da cosa si vuole ottenere; la potatura per indurre la pianta ad una produzione di olive più copiosa dovrà essere fatta diradando la chioma eliminando i rami di vegetazione più vecchi, cimando i rami rimanenti di c.ca 2/3 della loro lunghezza. La potatura estetica invece deve seguire una logica volta alla resa ornamentale con tagli atti a migliorarne la forma o sviulupparne una voluta. In tutti i casi dopo la potatura è consigliabile procedere ad un trattamento fitosanitario aereo per la disinfezione dei tagli. Cordiali saluti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Vivai Piante Donzelli Vivai Piante Donzelli

46 Risposte

140 voti positivi

Si potano fuori dalle gelate tardive, pertanto marzo-aprile.
Per il come non è facile via posta perchè dipende da come si presenta la pianta.......bisognerebbe vedere le piante. Dove vi trovate ? Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Anonimo

buon giorno sig. Giuseppe,
innanzitutto è importante ai fini dell'intervento sapere se le piante hanno uno scopo ornamentale o produttivo in quanto questo incide molto sulla tipologia di potatura, in linea di massima, in entrambi i casi bisogna intervenire liberando il più possibile l'interno della chioma , eliminando tutti i rami che si dirigono all'interno , mantenendo solo quelli più in cima; questo fino a un diam. massimo dei rami di 2/3 cm evitando di eliminare grossi rami; un potatura più drastica richiede mani più esperte e trattamenti fitosanitari di copertura, La chioma rimasta verrà alleggerita preferendo i rametti più giovani 2/3 anni e più ricchi di foglie .
In ultimo si procederà ad un accorciamento di tutta la chioma allo scopo di dare una forma tondeggiante.
L'ulivo soffre le potature eseguite con basse temperature, consiglio di attendere la fine dell'inverno.
Sperando di esser stato di aiuto invio i miei cordiali saluti e auguri di buone feste

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo GREEN HOUSE GIARDINI SRL GREEN HOUSE GIARDINI SRL

11 Risposte

109 voti positivi

Buongiorno,
la prima cosa da considerare nella potatura dell'olivo è il suo uso, cioè se stiamo parlando di coltivazione dell'olivo par la produzione di olivi o se, come immagino, ci troviamo di fronte ad un olivo in giardino.
Considero la cosa sotto quest'ultimo punto di vista.

Partendo dalla considerazione che le piante sono state create per autoregolarsi...Immagino che la potatura sia una pratica agronomica che esegue l'uomo per trarne vantaggio. Quindi la prima considerazione che faccio è che la potatura deve essere quasi invisibile. Io dico sempre ai miei clienti che se vedono tutti i tagli di potatura già a distanza e la pianta sembra diversa...Salvo rare eccezioni e necessità di sicurezza, non è stata una grande potatura.

Fatto questa premessa necessaria, parliamo della potatura dell'olivo da giardino.

In primis vanno eliminati tutti i polloni, cioè tutti quei "rametti" che vegetano dalle radici e alla base del tronco. Sono inutili e assorbono gran parte delle energie della pianta.

Poi entriamo in chioma, all'interno ed eliminiamo alla base tutti i succhioni molto vigorosi, vale a dire tutti quei rami che in un solo anno hanno vegetato e si sono ingrossati in maniera esagerata in confronto al resto della nuova vegetazione. Questa operazione va eseguita facendo attenzione a non danneggiare il colletto di inserimento del ramo sulla branca in modo che la ferita cicatrizzi ne minor tempo possibile. Consiglio di disinfettare le ferite con del rame liquido ma non usate il classico mastice, che non permette alla ferita di asciugare e rende soggetto il taglio allo sviluppo di funghi e marcescenze.

Poi andiamo a cercare tutti i rami e rametti spezzati o danneggiati, incluso quelli che non rispettano la normale direzione di crescita generale della piante e quelli che si incrociano o sfregano danneggiandosi. Questi tagli vanno eseguiti, in linea generale, al di sotto della rottura, almeno 4 o 5 cm, e a 1 cm circa prima di un rametto o una gemma in modo che non secchi completamente ma che venga richiamata la linfa.

Non è necessario svuotare completamente l'interno della chioma ma se volete alleggerirla un po' per favorire l'entrata della luce e dell'aria fatelo pure ma senza danneggiare l'estetica dall'esterno e ricordandosi che l'olivo ha una bellissima chioma anche senza potarlo.

A questo punto, se ci sono dei rametti esterni che volete sistemare o ridurre di qualche cm, procedete pure ma non è assolutamente necessario potare tutti i rami sistematicamente solo perché avete ormai una forbice in mano e tempo a disposizione.
Un buon potatore è quello che...Sa dove non tagliare.

Se invece nella Vostra immaginazione l'olivo ha la forma bassa, vuota al centro e con solo i rami esterni che pendono verso il basso...Procedete pure in quel senso (ma otterrete solo un buon olivo da produzione...(preparate la salamoia).

Queste operazioni possono essere eseguita da novembre a marzo ma io preferisco, a fine inverno in modo da evitare risvegli vegetativi prematuri dovuti a qualche anticipo di primavera ormai non infrequenti.

Spero di aver dato alcune nozioni generali in modo preciso.

Magari un giorno vi parlerò dell'importanza della concimazione dell'olivo allo scopo di ridurre la cascola dei fiori, il seccume dei rametti e la cadut delle foglie (leptonecrosi), ed evitare i classici danni da freddo (come successo nell'inverno 2010/11 dei -20°C...

Grazie e buona potatura.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Parchi e Giardini Parchi e Giardini

26 Risposte

142 voti positivi

Sicuramente non adesso, per la potatura si consiglia di chiamare er la prima volta un azienda del verde cosi si vede come si fa e si impara

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Officina del Verde SRL Officina del Verde SRL

10 Risposte

22 voti positivi

Salve,
mi servirebbe di sapere in quale zona climatica italiana si trovano le piante, poi le saprò dare indicazioni più precise.
Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

23 DIC 2013

Logo Giardinando Giardinando

91 Risposte

360 voti positivi