In cosa consiste la pacciamatura?

Ricordate: la pacciamatura può essere costituita sia da materiale sintetico che da materiale organico!

1 mar 2017 Manutenzione del giardino - Tempo di lettura: min.

giardini

Per pacciamatura s'intende protezione. È molto importante, infatti, proteggere il proprio orto creando intorno al terreno da coltivare questo tipo di difesa, che blocca l'infiltrazione di piante infestanti e che si fa indispensabile per impedire sottrazioni di umidità agli ortaggi.

Si tenga presente che la pacciamatura può essere costituita sia da materiale sintetico sia da materiale organico, come foglie secche, paglia, avanzi di erba, compost e altro. Durante il periodo di coltura, la sostanza organica rilascia le sostanze nutrienti che aiutano gli ortaggi durante il ciclo vegetativo. Nel caso invece si voglia utilizzare del materiale sintetico si consiglia un materiale plastico come teli in polietilene o in tessuto-non tessuto di colore assolutamente nero.

D'estate la pacciamatura è indispensabile perché serve a mantenere un grado di freschezza e umidità nella superficie e nel suolo di coltivazione. Si evita così che il bagnato accumulato durante l'inverno venga perso. Se, infatti, ci troviamo di fronte a piante che necessitano di un alto grado di umidità, la pacciamatura è fondamentale soprattutto in questa stagione. Durante l'inverno, invece, e nei periodi più freddi dell'anno, la pacciamatura è d'obbligo; sia con strato organico o con materiale sintetico si devono riparare dalle gelate, tutte quelle piante che non sono adatte per la coltivazione nel clima più rigido.

Negli orti "fai da te" la pacciamatura serve per quelle piante che hanno bisogno di rimanere nel terreno per un tempo prolungato e dunque che subiscono maggiore esposizione, negli orti con fragole e varietà di insalata, per esempio, ci sono aree molto ampie sottoposte a pacciamatura. Esistono poi diversi tipi di pacciamatura a seconda del tipo di orto o giardino che vogliamo mantenere: se si tratta di un orto la fatica è maggiore. Bisogna rimuovere tutte le erbacce e le piante infestanti, poi bisogna ricoprire con il telo sintetico nero o tessuto - non tessuto, l'importante è che, qualunque materiale usiate, sia molto forte e resistente alle varietà del clima. Poi il telo va bucato e in questi buchi vanno inserite le piante che si vogliono coltivare, ben separate fra di loro e al sicuro da erbacce di vario genere. Con questo metodo si proteggono anche le aiuole e le piante sempreverdi, in questi casi, dopo la coperturta si "mimetizza" il tutto con rami di alberi e pietruzze sparse.

Certamente, da un punto di vista estetico, rendere il tutto più naturale possibile è importante; per esempio rami di pino e, come già detto, pietruzze o foglie secche rendono la coltivazione più armonica, laddove un telo nero romperebbe invece un certo equilibrio. Però non dobbiamo perdere di vista l'obiettivo che rimane essere la protezione di piante e ortaggi. La pacciamatura con sostanze organiche è comunque molto consigliata, non solo perché dura di più, ma perché riesce a nutrire il terreno con elementi preziosi fondamentali per tutto il periodo del ciclo vegetativo. Mantenere il terreno ricco di umidità e di elementi diversi è fondamentale ai fini della crescita di eccellenti colture. Ad ogni modo esistono anche teli per la pacciamatura che sono biodegradabili, abitualmente sono in fogli di carta di mais e una volta utilizzati possono essere direttamente mischiati con il terreno stesso e riassorbiti nel giro di un anno.

Se intendete farvi aiutare da mano esperta, vi consigliamo di consultare il nostro elenco di aziende specializzate in manutenzione giardini.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidagiardini.it/proteccion_datos

Articoli correlati